Bene Bene, ci siamo!

Tra qualche ora tutti saranno sintonizzati su RAI 1 per godersi la serata di apertura del Festival di Sanremo 2019! In redazione siamo molto schierati tra chi lo seguirà come da tradizione, chi non lo guarderà affatto e chi, invece, lo vedrà distrattamente solo per poterne cogliere i momenti imbarazzanti che, alla fine, sono i principali motivi per cui determinate edizioni sono rimaste nella storia.

Si ok, parleremo anche dei momenti topici (a modo nostro ovviamente), ma adesso, prima di scoprire quali canzoni saranno in concorso, prima delle polemiche, delle critiche e degli strafalcioni è il momento per ricordare qualcosa di diverso! Sanremo ha sfornato grandi successi, artisti che sono rimasti nella storia e nei cuori degli spettatori, ma è anche stato mecenate di esibizioni non troppo ortodosse e canzoni opinabili. In soldoni il Festivàl è stato anche uno dei papà del trash musicale!

Siamo andati a scovare, in giro per il web, quelle esibizioni che un po’ tutti avrebbero voluto dimenticare… E invece no! Bisogna ricordare tutto, riproporlo e ridacchiare di vestiti pomposi e acconciature estremamente vaporose!

#I ragazzi italiani – Amore vero

La versione amatoriale delle boy band internazionali, con tanto di coreografia! Un gruppo del genere può solo farti dire “Signore mio perché ascoltavo i Blue quando avevo i ragazzi italiani dentro casa?”. Più o meno dopo trenta secondi di ascolto la domanda riceve risposta… Ma come potete non amarli comunque? Loro ci hanno provato e con convinzione!

 

#Maria Grazia Impero – Tu con la mia amica

Cosa succede quando sei indeciso tra grunge e country, il tutto senza dimenticare che sei un concorrente giovane e che quindi devi stupire, stupire, STUPIRE? Correva l’anno 1993 ed una giovanissima Carlucci introduceva la nostra nuova stella della ribellione giovanile! Le lezioni di aerobica voglio prenderle da lei!

#Gitano – pelle di luna

Leggiamo il titolo e l’autore ed è subito film mentale sull’aspetto del tipo in questione. Apriamo il video e arriva lui che più che un gitano sembra un medico militare della guerra di secessione americana, ma probabilmente la sua è la migliore prova canora della nostra classifica. Il nostro Gitano non cadrà nell’oblio!

#Lollipop – Batte forte.

Vi racconterò la storia del primo gruppo italiano uscito dal primo talent della storia della tv. Loro erano le Lollipop, un po’ spice gilrs un po’ destiny’s child ma senza entrarci nulla. Acclamatissime dal pubblico a casa, partecipano a Sanremo nel 2002. Si esibiscono. Flop. Sciolgono il gruppo qualche mese dopo. Fine. Ecco com’è andata, per non dimenticare queste pioniere del talent show!

#Paolo Barabani – hop hop somarello.

Altra ignorata (ma neanche poi troppo) perla, questa volta del 1981. Un cristianissimo e capellonissimo Paolo Barabani, armato di chitarra classica, narra le mirabolanti gesta del somaro che portò Maria e Giuseppe verso Betlemme. Mistico. Epico. Iconico.

Così si conclude la nostra rassegna delle perle dimenticate! Godetevi la settimana sanremese e non perdetevi le nostre prossime chicche!